Login
  • ABUSIVISMO, raggiunta intesa con amministrazione comunale, OPERATORI SEGNALATE A NOI GLI ABUSIVI!

  • EXTRALBERGHIERO, un fenomeno in crescrita in tutta l’Italia, +3% per 120mila esercizi ricettivi attivi emerge dalle statistiche Istat, conferma il positivo trend ormai consolidato in Italia dell’ospitalità extralberghiera.

  • CONTRIBUTO DI SOGGIORNO, il nostro no all’aumento scellerato! L'intero comparto del turismo di Confesercenti scende in piazza, rappresentato da Aigo per l'extralberghiero ed Asshotel per l'alberghiero, ha già espresso più volte il dissenso.

  • ASSOCIAZIONE AIGO, è forte l’esigenza di salvare le nostre attività a ROMA. Per questo ci siamo uniti, CONTATTACI E UNISCITI A NOI !

Aigo Confesercenti al Buy Lazio

Creato: Sabato, 22 Settembre 2018

AIGO Confesercenti Roma coinvolgendo i propri associati e l'extralberghiero di Roma, ha partecipato alla XXI edizione del Workshop internazionale Buy Lazio 2018 tenutosi il 21 Settembre presso la Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma.
"Una opportunità in una splendida location che abbiamo voluto incentivare per far entrare in contatto tour operator, ota che riconoscono l'extralberghiero come un valore aggiunto dell'ospitalità tradizionale". - è quanto dichiara il Presidente di Roma e Lazio, Claudio Cuomo.

Sgombero del Palazzo occupato da immigrati a Piazza Indipendenza, imprese in difficoltà: adesso intervenga il Comune di Roma per l’emergenza abitativa.

Creato: Lunedì, 21 Agosto 2017
 
 
“Il piano, messo a punto con ordinanza di servizio del questore di Roma d'intesa con la Prefettura di Roma, ha permesso di svolgere in assoluta sicurezza, sia per gli occupanti che per le Forze dell'Ordine, la prima fase della bonifica” dichiara la Questura.
 
Sono circa 500 le persone di ogni età e di diverse nazionalità che da alcuni anni vivevano nello stabile occupato abusivamente in Piazza Indipendenza tra via Curtatone, via Goito e via Gaeta. Un numero stimato dato che gli abitanti di quella struttura non erano censiti. Con un massiccio spiegamento di uomini e mezzi, le forze dell'ordine hanno eseguito lo sgombero dell'immobile. Sul posto sono arrivati alcuni pullman del servizio pubblico che sono serviti per portare gli stranieri negli uffici per l'identificazione.
 
“Bene il progetto di bonifica appena cominciato, ma in una zona ad altissima concentrazione di imprese, come quella di Castro Pretorio, urge un coordinamento maggiore tra le istituzioni interessate per eventi di tale portata. Molte persone sono state messe in strada e stanno alloggiando nella Piazza Indipendenza e chissà per quanto ci resteranno. In questo momento storico le attività di zona sono in difficoltà dovuta all'abusivismo, al degrado, ai furti, all'emergenza idrica, alla immigrazione, al terrorismo, all'aumento dei costi di gestione. Condividiamo gli interventi mirati alla sicurezza, adesso il Comune di Roma si occupi con la dovuta dedizione di questa emergenza abitativa e di quest'area a limite dell'abbandono, in cui approdano milioni di turisti e che ospita moltissime attività che danno lavoro a migliaia di persone. Gli immigrati che alloggiano a Piazza Indipendenza non hanno, e non avranno di certo a breve, le condizioni per garantirsi un alloggio alternativo.” – è quanto dichiara il Presidente di AIGO Confesercenti Roma/Lazio Claudio Cuomo. 
 
AIGO Confesercenti di Roma e Lazio
 

Confesercenti nazionale, Patrizia De Luise eletta Presidente, Cuomo Claudio nominato in Presidenza.

Creato: Martedì, 20 Giugno 2017

 

Il 19 Giugno 2017 si è tenuta l’assemblea elettiva Confesercenti, Patrizia De Luise, prima donna ai vertici di un’associazione di piccola e media impresa, è stata eletta con un voto all’unanimità. "Dobbiamo tornare al centro dell'agenda politica perché se le nostre imprese vivono, vivono anche le città e il turismo.” – dichiara De Luise ed aggiunge – “No alla politica che risolve tutto stangando attività e famiglie, bisogna sostenere gli interventi che fanno crescere e riconoscono la dignità e il lavoro di tutti. Abbiamo perso 47 miliardi di consumi.” Viene proposta al governo la detassazione dei prossimi incrementi degli stipendi, - aggiunge la presidente De Luise – “in tal maniera si recuperano 10 miliardi di reddito.” Interviene all’assemblea anche il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, “Abbattere il carico fiscale sulle imprese che costa immensamente meno rispetto al taglio del carico Irpef"; affermando, inoltre, l’ingovernabilità del Paese senza corpi intermedi. Anche la presidentessa della Camera dei Deputati Laura Boldrini assiste all’assemblea rivolgendo uno sguardo particolare al “women empowerment” ed elogiando la Confesercenti per aver scelto una donna come sua presidente. Un altro grande risultato per il turismo italiano e le imprese di Confesercenti è stata la nomina a membro di presidenza nazionale, del presidente extralberghiero di AIGO Confesercenti Roma e Lazio - Claudio Cuomo – che da subito si complimenta con la neo eletta Patrizia De Luise, “lusingato della fiducia ricevuta, porgo il mio personale in bocca al lupo alla prima donna nella lunga storia di Confesercenti nazionale”; da subito in sintonia con il pensiero della presidente - Cuomo aggiunge - “fermezza, tenacia e determinazione citate nel primo discorso dalla presidente De Luise, saranno le linea giuda del mio mandato”.

Roberta Cristin 

Ufficio stampa - AIGO Confesercenti Roma/Lazio

Il business dei controlli all'extralberghiero autorizzato a Roma.

Creato: Mercoledì, 14 Giugno 2017

 

 

COMUNICATO STAMPA

CONTROLLI E SANZIONI AD ATTIVITA’ TURISTICHE EXTRALBEGHIERE DI ROMA E DEL LAZIO –

CLAUDIO CUOMO – PRESIDENTE REGIONALE AIGO :  “BASTA, LASCIATE IN PACE LE IMPRESE ED I GESTORI AUTORIZZATI SE VOLETE GARANTIRE LAVORO, REGOLARITA’ E SICUREZZA, GIA’ SIAMO LA VOSTRA BANCA DA ANNI! 

Un business ormai da centinaia di migliaia di euro quello delle sanzioni emesse dai vari organi di controllo mossi dal Comune di Roma e della Regione Lazio, a danno delle attività che hanno le autorizzazioni necessarie previste per il settore ricettivo extralbeghiero (bed & breakfast, casa vancaze, ecc). I motivi per sanzionarli sono spesso pretesti a scopo di cassa, come una cassetta di sicurezza non aggiornata, un cartello estintori non ben visibile, un cartellino prezzi non aggiornato, un letto aggiunto, una targa errata. Le attività regolari compaiono nelle liste delle istituzioni che le autorizzano e sono ben segnalate nelle città, ed è per questo motivo che vengono puntualmente controllate, arrivando a casi di stalking come dichiarano alcuni gestori controllati ben tre volte in un semestre.

La sindaca Virginia Raggi dichiarava: “Roma può, deve rinascere. Un processo che deve vedere attivi e participi, in maniera collaborativa e propositiva, tutti. Vogliamo aprire le porte a lavoratori, imprenditori, artigiani, mondo universitario, cittadini, per lavorare fianco a fianco per una nuova visione della città e del futuro.” Nel mentre il nucleo di supporto Operativo del suo Gabinetto scovava 81 attività irregolari, quasi tutte autorizzate ma che hanno violato la norma, nel primo trimestre 2017, ed emetteva verbali per 271.745 Euro. Nel mentre la Regione Lazio rimodulava le sanzioni nei confronti delle strutture ricettive extralberghiere che violano la norma del nuovo regolamento, con sanzioni da 8.000 a 15.000 euro. Dichiarava Massimiliano Smeriglio delegato al Turismo, “aumentano multe a strutture turistiche irregolarifino al 100%”.

Tuona il presidente di AIGO Confesercenti di Roma e Lazio Claudio Cuomo: “Lasciate in pace le imprese ed i gestori, siamo già la vostra banca da anni. Stanchi del fenomeno abusivismo, tartassati dai controlli per futili motivi e sul web cresce la concorrenza sleale. Si stimano 7.000 abusivi solo su Roma, e mentre assistiamo ai valzer di poltrone comunali e regionali, nessuna iniziativa di successo che garantisca lavoro, decoro e sicurezza. Migliaia di famiglie romane e laziali in difficoltà, si sono organizzate per vivere di ospitalità ricettiva alternativa, spesso rinunciando alla propria casa in centro per affittarla, garantendo lavoro a familiari e giovani ragazzi”.  Per il presidente Aigo Lazio appaiono utili i controlli se servissero ad accertare la vasta rete illegale di locazioni turistiche che sfuggono al fisco e senza autorizzazioni.”Se questa gestione non cambierà ci prepareremo allo sciopero dei check-in. Stiamo assistendo immobili alla nostra disfatta. Valuteremo se ricorrere per danno d’immagine e mancati introiti, se non sarà risolta la questione immondizia e sicurezza. Serve piuttosto un quadro armonico tra Regione e Comune, che ci coinvolga e ascolti, per determinare un percorso innovativo che metta in condizione i gestori autorizzati di operare ed essere tutelati. Noi siamo pronti!”

Roma, 14 giugno 2017